FILTRI

Ricambio Filtro Compact 

Ricambio per il filtro argentizzato batteriostatico ideato per il rifornimento dell’acqua potabile che impedisce a sabbia, alghe, ruggine, mucillagine, biofilm, piccoli insetti di entrare nel serbatoio e contaminare l’acqua.

Istruzioni per cambiare il filtro

  1. Aprire il contenitore ed estrarre il dischetto bianco, facendo attenzione a non perdere l’o-ring presente sulla testata del filtro.
  2. Estrarre il filtro interno e sciacquare il contenitore.
  3. Inserire il filtro nuovo, richiudere il contenitore facendo attenzione all’o-ring. Lasciare asciutto il filtro fino al primo utilizzo.

Avvertenze

Dopo l’ultimo utilizzo del FILTRO COMPACT bisogna inserire all’interno del filtro 10 gocce di BIOCHLOR. Ripetere l’operazione prima del suo riutilizzo. Questa azione disinfetterà il filtro e lo manterrà senza muffe e alghe. L’argento contenuto al suo interno ha un’azione batteriostatica non battericida, né tantomeno inibitore delle muffe, quindi impedisce il proliferare delle cariche batteriche, non le uccide e in alcuni casi possono essere resistenti all’azione degli Ioni d’Argento. Nel caso di utilizzo di un batteriostatico (ioni d’argento, come nel nostro caso) la conta delle cellule rimarrà costante, quindi è necessario un intervento di disinfezione sul filtro, per evitare che un possibile contagio si sviluppi all’interno del filtro.

IL FILTRO MAI USATO, NON HA UNA DATA DI SCADENZA, SE BAGNATO ANCHE SOLO 1 VOLTA, DEVE ESSERE SOSTITUITO DOPO UN ANNO

ATTENZIONE

Dopo l’utilizzo (del week end o vacanza) il filtro deve essere estratto lavato delicatamente e fatto asciugare.
SE NON LO FATE ASCIUGARE POTREBBERO SVILUPPARSI DELLE MUFFE al suo riutilizzo lo si può disinfettare versando 4\5 goccie di BIOCHLOR versandole direttamente all’interno del filtro montato prima del suo riutilizzo.
” L’argento contenuto al suo interno ha un’azione batteriostatica non battericida, NE TANTO MENO INIBITORE DELLE MUFFE,quindi impedisce il proliferare delle cariche batteriche non le uccide e in alcuni casi possono essere
resistenti all’azione degli Ioni d’Argento. Nel caso di utilizzo di un batteriostatico (ioni d’argento, come nel nostro caso) la conta delle cellule rimarrà costante, quindi è necessario un intervento di
disinfezione sul filtro, per evitare che un possibile contagio si sviluppi all’interno del filtro.
“IL FILTRO MAI USATO, NON HA UNA DATA DI SCADENZA, SE BAGNATO ANCHE SOLO 1 VOLTA, DEVE ESSERE SOSTITUITO DOPO UN ANNO

IMPORTANTISSIMO

IL FILTRO INTERNO, DEVE ESSERE CAMBIATO UNA VOLTA ALL’ANNO, DOPO IL PRIMO UTILIZZO SEGNARE SULL’ADESIVO DEDICATO LA DATA, PER IL CAMBIO FILTRO IN MANUTENZIONE.

Video

Immagini